NUOVE FRONTIERE DELL’ENTERTAINMENT

Nerd è la parola che meglio li descrive. Dal video gaming passando per il toy collecting, esploriamo il mercato Kidult

Nel nostro ruolo di osservatori del mercato B2B dell’entertainment non possiamo non considerare le nuove dinamiche che emergono dall’universo “kidult” e l’avanzare del target “nerd”, da nicchia di mercato a mainstream,  in tutte le categorie.
Per comprendere meglio queste nuove tendenze, ospiteremo da oggi un appuntamento fisso, che abbiamo affidato a Mattia Coen, consulente ed esperto del mercato fun&collectibles da quasi 30 anni.
Ecco il primo approfondimento: uno sguardo sulle fiere comics&games appena concluse, una novità da Ravensburger, e il nuovo format retail di PRG Group.

Partiamo col mondo delle fiere, un buon termometro per misurare lo stato di salute del mercato che, visti i numeri, gode di ottima salute. Le principali fiere di settore del 2023 hanno praticamente registrato tutte quante una crescita di visitatori rispetto all’anno precedente.

Nel dettaglio, Lucca Comics&Games tocca i 314.220 biglietti venduti sfiorando il record dell’edizione dell’anno prima (319.926). Considerando però tutti i problemi meteorologici avuti in quei giorni in Toscana, è corretto pensare che il record di sempre del 2022 sarebbe stato ampiamente superato.

Il Comicon Napoli arriva a 170.000 visitatori paganti (contro il 135.000 del 2022).

La Milan Games Week & Cartoomics che si distingue per unire l’intrattenimento digitale e quello fisico, ha registrato oltre 120.000 spettatori (l’anno scorso sono stati 105.000).

Chiudiamo con il Modena Play, fiera particolarmente vicina alla comunità dei giocatori, supera i 40.000 visitatori dell’anno prima. Sottolineo che le fiere a tema comics & games sono tantissime, alcune già affermate (come il Romics o l’Etna Comics) altre nuove (la più rilevante ENTRAinGIOCO alla sua prima edizione milanese).

Per stare poi in tema licensing, nel mercato dei giochi di carte collezionabili, il cui papà ricordo essere l’intramontabile Magic The Gathering di Wizards of the Coast (Hasbro), Ravensburger porta il mondo Disney con Lorcana.

Da agosto si sta assistendo a regolari sold out di prodotto per quanto interesse il gioco abbia scatenato. E’ chiaro che i complici di questo successo sono gli aspetti di collezionabilità e reselling che caratterizzano i prodotti di questo tipo di mercato.

Per la serie “fun facts” il cantante Post Malone quest’estate ha acquistato per quasi 3 milioni di dollari una carta di Magic the Gathering ispirata al mondo de Il Signore degli Anelli. La carta rappresenta l’unico anello e ha la caratteristica di essere stata stampata in una sola copia in tutto il mondo.

Come ultimo argomento, evidenzio come PRG Group a maggio abbia inaugurato a Torino il primo Toys Center con un format completamente nuovo, ossia uno spazio in cui hanno trovato posto prodotti che prima o erano relegati in un piccolo angolo o erano del tutto assenti.

Parliamo di giochi da tavolo alternativi, provenienti proprio da questo mondo nerd, un’offerta di action figures più ampia e profonda ma soprattutto fumetti. Il tutto esposto e proposto seguendo le regole del gioc…ehm del kidult: valorizzazione del prodotto in ampi spazi, luminosi e piacevoli da vivere, possibilità di provare il gioco o sfogliare con calma un fumetto prima di comprarlo. Insomma, possiamo dire che l’epoca del negozio di giocattoli stipato di scatole, scolorite e accatastate le une sopra le altre ed esposte in modo approssimativo è ormai tramontata.

Mattia Coen